Vai al contenuto

Dall’economia alla moneta circolare

CircuitoLinx è il circuito di credito commerciale attivo in Lombardia che ha festeggiato questo mese i primi cinque anni di attività e le oltre centomila transazioni effettuate.

Il luogo della moneta è la circolazione. La moneta è quella cosa di cui si fa uso non trattenendola presso di sé ma liberandosene, lasciandola andare via dalle proprie mani, dalle mani di chi non ha bisogno a quelle di chi ne abbisogna, realizzando all’interno di una comunità la cura reciproca di coloro che vi partecipano”. Così Massimo Amato, professore di economia della Bocconi, scriveva pochi anni fa nel libro “L’enigma della moneta e l’inizio dell’economia” (Orhotes 2010) una sorta di anticipazione teorica di quella che sarebbe stata una delle innovazioni finanziarie più interessanti degli ultimi anni: la nascita del circuito di moneta complementare Sardex, seguito a pochi anni di distanza da ulteriori circuiti nelle diverse regioni italiane.

CircuitoLinx: il circuito di credito commerciale in Lombardia supera il traguardo dei cinque anni di attività

La moneta complementare è una moneta che consente a una comunità di aziende e persone di acquistare e vendere beni e servizi utilizzando – totalmente o parzialmente – un credito commerciale basato sull’equivalenza con l’Euro e che non può in alcun modo essere speso al di fuori del circuito stesso. Un credito, quindi, che non può essere accumulato ma solo essere speso entro tempi e modalità predefinite: in questo senso, la moneta complementare diventa una moneta funzionale agli scambi commerciali all’interno di una stessa comunità, generando valore economico per il territorio e le persone che vi risiedono.

Tra i circuiti di credito commerciali nati sull’esempio di Sardex, CircuitoLinx ha superato ad aprile 2020 il traguardo delle prime centomila transazioni in crediti “linx” dopo soli cinque anni di attività in Lombardia. Definito in un articolo recente di Money.it un “miraggio di dinamicità in un deserto di stasi economica”, CircuitoLinx offre a imprenditori e professionisti l’accesso a un canale di liquidità alternativo in cui ottenere e cedere credito commerciale denominato in Linx tramite l’acquisto o la cessione di beni e servizi verso altre aziende del circuito, avvalendosi del supporto di una rete territoriale di “broker” professionisti (come racconta Stefania Tonelli, nel video seguente).

Dall’economia circolare alla circolarità della moneta

In un contesto di crisi economica, i circuiti di credito commerciale basati su monete complementari rappresentano oggi una strategia di sopravvivenza che si basa sulla solidarietà tra imprese, dipendenti e clienti di queste ultime a partire da un legame di prossimità territoriale e aderenza a un network basato su valori e intenti comuni. I “linx”, infatti, possono essere spesi sia dall’azienda (ad esempio, acquistando i servizi di un fornitore segnalato da un “broker”) sia dal singolo imprenditore o dai dipendenti di quest’ultimo all’interno della rete di esercizi commerciali di prossimità del Circuito.

Una foto di Gianluigi Viganò, CEO e fondatore di CircuitoLinx.

Sulla destra Gianluigi Viganò, CEO e fondatore di CircuitoLinx

Sono convinto che non dovremmo più parlare solo di economia circolare – scrive Gianluigi Viganò, CEO e fondatore di CircuitoLinx, nell’ultimo numero del magazine Mondolinxbensì di filosofia circolare. Sempre più persone capiscono che il mondo è una catena di azioni che si muovono in tondo, riportandoci i risultati di quello che abbiamo seminato”. Linx, ma anche Sardex, Piemex, Liberex e gli altri circuiti di credito commerciale esprimono al meglio questa necessità di un’economia e di una società “circolare”: una moneta che non ha alcun collegamento con il sistema bancario tradizionale, che non può essere accumulata, che facilita gli scambi tra persone, imprese e istituzioni accomunati dall’appartenenza a un luogo o a una “filosofia” comune, è una moneta che torna alla sua funzione essenziale, che è quella di generare una comunità basata sulla “cura reciproca”, come scriveva Massimo Amato solo pochi anni fa

 

La forza del “circuito” nel momento di massima crisi sanitaria ed economica

Sono millecinquecento le aziende che hanno già aderito a CircuitoLinx in Lombardia, e molte altre si stanno aggiungendo proprio in queste settimane: in parte a causa della crisi economica innescata dalla pandemia in corso, in parte spinte dall’idea di  partecipare a un circuito di credito commerciale che punta alla redistribuzione della ricchezza nel territorio in cui l’azienda ha la sua sede. Da segnalare, infine, l’iniziativa #tuttixLINX che offre l’accesso immediato e gratuito nel circuito alle PMI per 3 mesi, con una linea di credito iniziale senza interessi e l’iscrizione gratuita anche per dipendenti e collaboratori, ispirata all’analoga iniziativa #IostoinSardex.

Non posso, infine, non concludere se non con un’ultima storia di speranza. Nuvolando Odv, una associazione no profit iscritta al CircuitoLinx, all’inizio del mese di aprile si è trovata nell’impossibilità di vendere le proprie tradizionali uova di cioccolato pasquali nei mercatini di beneficenza. I broker del Circuito si sono quindi immediatamente attivati, spargendo la voce tra gli iscritti: nel giro di poche ore Federico Aglietti, titolare di alcuni negozi Crai, ha acquistato 60 uova per i propri supermarket facendo quindi una donazione in crediti Linx all’associazione e sostenendo l’economia del territorio, rifornendo gli scaffali di prodotti di fornitori Linx a chilometro zero. Tutto questo grazie a una moneta, per di più digitale.

 

Foto del team di CircuitoLinx al completo.

Il team di CircuitoLinx con alcuni degli iscritti.

1 commento »

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...