Cerca

Umanesimo Digitale

Un blog per il Terzo Millennio

Difetti di fabbrica

Lo stupore universale con cui è stata accolta la notizia della scoperta di migliaia di “ascoltatori” professionisti dietro Amazon Alexa è il sintomo della condizione del lavoro umano in questi primi anni dell’era digitale.

Continue reading “Difetti di fabbrica”

Solitudini connesse: le prossime presentazioni

Avete altri impegni questo mese?

Continue reading “Solitudini connesse: le prossime presentazioni”

Di brand, social media e di giostre (risposta a Seth Godin)

Secondo il “guru” del marketing Seth Godin è giunta l’ora per i brand di “scendere dalla giostra dei social media” e di “tornare a offrire esperienze” ai consumatori. Basterà?

Continue reading “Di brand, social media e di giostre (risposta a Seth Godin)”

Solitudini connesse: l’anteprima su CheFare

Come cambia la nostra percezione del mondo, degli altri e di noi stessi attraverso i social: una sintesi del mio saggio “Solitudini Connesse” pubblicata sul magazine di CheFare. Leggi l’articolo.

“Solitudini connesse” in libreria dal 24 gennaio

“Solitudini connesse. Sprofondare nei social media” è il mio saggio, pubblicato da Agenzia X Edizioni, in libreria e su Amazon a partire dal 24 gennaio 2019.

Continue reading ““Solitudini connesse” in libreria dal 24 gennaio”

La società degli imprenditori

Se quello dell’imprenditore rimane l’unico ruolo professionale cui vale la pena dedicare le proprie competenze e ambizioni, quale destino attende le imprese così come le abbiamo conosciute fino ad oggi?

Continue reading “La società degli imprenditori”

Umanisti e tecnici possono convivere in azienda?

Assumerli è facile, dare loro un compito altrettanto, metterli uno di fianco all’altro non pone particolari problemi. Il difficile arriva quando ci si aspetta che dalla loro vicinanza scaturisca quasi spontaneamente un modello di collaborazione da applicare ai diversi ambiti di un’azienda, di una società, di una classe dirigente. 

Continue reading “Umanisti e tecnici possono convivere in azienda?”

L’intrattenimento algoritmico

Perché ogni volta che ci “disconnettiamo” da piattaforme come Youtube, Netflix, Facebook o Spotify ci sembra di risvegliarci da una sorta di ipnosi, e ricordiamo poco o nulla di quei contenuti d’intrattenimento che pur dovrebbero essere stati selezionati “su misura” per i nostri gusti?

Continue reading “L’intrattenimento algoritmico”

Nuove tecnologie: la fantastica accelerazione

E se ad aumentare esponenzialmente non fosse la velocità dell’innovazione tecnologica, ma la capacità immaginativa di chi progetta e promuove le nuove tecnologie?

Continue reading “Nuove tecnologie: la fantastica accelerazione”

Come nasce una “cashless society”

Nel Paese dove il contante ha smesso di essere il metodo di pagamento più diffuso, superato dalle carte di debito e credito, si moltiplicano i servizi e attività commerciali dichiaratamente “cashless”.

Continue reading “Come nasce una “cashless society””

Dai “non luoghi” a Google Maps

Secondo il ricercatore Jordan Frith, autore di “Smartphones as locative media”, piattaforme come Google Maps o Foursquare hanno cambiato una volta per sempre la storia dei luoghi in cui abitiamo.

Continue reading “Dai “non luoghi” a Google Maps”

Populismi e social media: dall’irrilevanza al predominio

Il ruolo dei social media manager nella crescita dei partiti populisti e delle forze populiste, e da dove ripartire per la “riconquista” dei social media.

Continue reading “Populismi e social media: dall’irrilevanza al predominio”

Gli oggetti connessi e la fine del consumismo

Che consumatore è quello che non può più “consumare” alcunché?

Continue reading “Gli oggetti connessi e la fine del consumismo”

Il falso problema dell’eccesso di informazioni in Rete

Più che in eccesso, l’informazione in Rete è ridondante: siamo sicuri di voler rinunciare a insegnare agli studenti le nozioni di base, lasciandoli liberi di delegare la propria memoria a un supporto virtuale?

Continue reading “Il falso problema dell’eccesso di informazioni in Rete”

L’adolescenza del web

Sanno tutto di noi, ci promettono un’esperienza sempre più personalizzata e su misura dei nostri interessi, eppure le più popolari piattaforme online non tengono conto di una variabile fondamentale legata alle nostre modalità di utilizzo: l’età, e di conseguenza l’accumulo di conoscenze ed esperienza.

 

Continue reading “L’adolescenza del web”

Creato su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: