Come la guerra russo-ucraina sta cambiando i social media

guerra social media

La fine della finzione delle piattaforme neutrali e che offrono solo contenuti di intrattenimento, la fine delle ambizioni globali e di crescita illimitata del network, la fine dell’illusione di regole di moderazione uguali per tutti gli utenti, ma anche una inaspettata speranza di limitazione delle possibilità di sorveglianza digitale: alcuni segnali premonitori nelle più importanti notizie riguardanti i social media durante le prime settimane della guerra russo-ucraina.

Leggi tutto

Da Douyin a TikTok: primi esperimenti di proibizionismo digitale

proibizionismo digitale per bambini

Nelle settimane in cui TikTok supera il miliardo di utenti, la versione cinese della app di ByteDance, Douyin, limita drasticamente il tempo di accesso ai minori di 14 anni di età, inaugurando una tendenza che potrebbe guadagnare terreno anche in Occidente dove istituzioni, autorità ed esperti non sembrano in grado di individuare e contrastare le vere cause della “dipendenza” da social da parte di giovani e giovanissimi.

Leggi tutto

Da follower a spettatori paganti: la grande scommessa delle piattaforme digitali

Twitch Bit

Con l’introduzione di Tips Jar su Twitter, in ritardo di anni rispetto a Facebook Stars, Twitch Bits, YouTube Super Chat, TikTok Diamonds e perfino ClubHouse Payments, si compie un nuovo passo sia verso la monetizzazione delle community di follower da parte degli autori di contenuti online, sia verso lo sviluppo di un nuovo canale di finanziamento delle piattaforme digitali, alternativo ai guadagni da inserzioni pubblicitarie.

Leggi tutto

Social media: la “neutralità” non va più di moda

Le elezioni americane 2020 hanno visto Facebook e Twitter limitare in maniera sistematica la diffusione di notizie non verificate, a differenza di quanto fatto da YouTube: un evento che potrebbe rappresentare il primo passo verso lo smembramento di fatto (ma non di diritto) delle grandi piattaforme digitali globali.

Leggi tutto

Lo streaming non salverà (da solo) la musica

Immaginare nuove forme di sostegno economico al lavoro degli artisti, soprattutto per quelli attivi nel settore musicale, è una necessità di cui si discute da anni e che si è fatta ancora più urgente nel corso del “lockdown”. Le testimonianze della pianista Fiamma Velo e di Filippo Santini e Giorgia Rossi Monti dei Manitoba.

Leggi tutto

L’intrattenimento algoritmico

Perché ogni volta che ci “disconnettiamo” da piattaforme come Youtube, Netflix, Facebook o Spotify ci sembra di risvegliarci da una sorta di ipnosi, e ricordiamo poco o nulla di quei contenuti d’intrattenimento che pur dovrebbero essere stati selezionati “su misura” per i nostri gusti?

Leggi tutto