Cerca

Umanesimo Digitale

Un blog per il Terzo Millennio

Airbnb: può un’azienda, da sola, combattere il razzismo?

A partire dal primo Novembre 2016 tutti i membri della community di Airbnb devono sottoscrivere una “impegnativa” formale contro ogni tipo di discriminazione nei confronti di chi riserva una stanza o un appartamento tramite la piattaforma: ma è plausibile pensare che un’azienda della sharing economy possa, da sola, contrastare un problema tanto diffuso quanto secolare come le discriminazioni razziali? Sì, ma a patto di trovare soluzioni che siano percepite come condivise da parte di tutta la community.

Continue reading “Airbnb: può un’azienda, da sola, combattere il razzismo?”

Anche la gig economy ha un’anima

 

Il prossimo 27 ottobre il sito di PizzaBo chiuderà ufficialmente dopo sei anni di onorato servizio, come ultima tappa verso la definitiva fusione con un’altra società concorrente: la pacifica protesta degli utenti sui social è tuttavia rivelatrice di un diverso modello di sviluppo del food delivery in Italia.

Continue reading “Anche la gig economy ha un’anima”

Fintech e identità digitale: startupper e banchieri a confronto

Se l’identità digitale è la nuova moneta necessaria ad accedere a una molteplicità di servizi e opportunità in Rete, quale sarà il ruolo delle banche e dei nuovi player finanziari digital-first? L’ho chiesto a Serena Torielli, Demetrio Migliorati, Andrea Cinelli, Antonio Valitutti ed Eloisa Oliva, alcuni tra i più importanti protagonisti del fintech e dell’innovazione nel mondo bancario e finanziario italiano.

Continue reading “Fintech e identità digitale: startupper e banchieri a confronto”

Chi vuol essere mr. Twitter?

Scaricato da Google, Apple, Disney e Saleseforce, anche Jack Dorsey ha finalmente preso atto dell’impossibilità in questo momento di vendere Twitter e  ha riconosciuto pubblicamente la necessità di concentrarsi sul core business del social network: le notizie. Leggi l’articolo originale su Motherboard Italia.

Dall’innovazione finanziaria la spinta a un nuovo Rinascimento

Dalla moneta complementare Sardex alle piattaforme di peer-to-peer lending, dalla fine del modello di banca universale alla diffusione della tecnologia in ogni ambito finanziario, l’innovazione tecnologica descritta dal libro “L’era del Fintech” di Roberto Ferrari sta ponendo le basi per un nuovo Rinascimento economico e culturale della nostra società.

Continue reading “Dall’innovazione finanziaria la spinta a un nuovo Rinascimento”

Social media: il futuro è nel crowdfunding

Il mito della gratuità dei social media sopravvive indenne a innumerevoli tentativi di sensibilizzare gli internauti a una maggiore tutela della proprietà intellettuale dei contenuti. La possibile svolta? Fondere insieme piattaforme di crowdfunding e piattaforme di contenuti dispensatrici di identità digitali.

Continue reading “Social media: il futuro è nel crowdfunding”

Fertility Day: gli errori di comunicazione non esistono

Alla vigilia del primo “Fertility Day” italiano una nuova serie di opuscoli diffusi anzitempo in Rete riporta nella bufera il ministero guidato da Beatrice Lorenzin. Ma è possibile dare tutta la colpa a un errore di comunicazione, tanto più nell’era dei social media?

Continue reading “Fertility Day: gli errori di comunicazione non esistono”

Le imperfezioni algoritmiche

Presentato all’ultimo Festival della Mente di Sarzana, “Che cosa sognano gli algoritmi” del sociologo Dominque Cardon è un saggio breve ma essenziale per comprendere in che modo gli algoritmi influenzano la nostra visione del mondo e come sia possibile sfruttare le loro imperfezioni se non per controllarli, perlomeno per disinnescarli al momento giusto.

Continue reading “Le imperfezioni algoritmiche”

Roberto Saviano: l’insondabile lontananza

Sono ormai dieci anni che Roberto Saviano vive sotto scorta in seguito alla pubblicazione di “Gomorra”.  A differenza di uomini illustri che prima di lui nel passato avevano indagato approfonditamente il crimine organizzato, Saviano è stato tra i primi a poter disporre del mezzo di comunicazione più potente mai creato dall’uomo.

Continue reading “Roberto Saviano: l’insondabile lontananza”

Il prezzo di vivere senza social

È una domanda che tutti, professionisti digitali e semplici utenti di Facebook o Twitter, prima o poi si pongono: vivere senza social è ancora possibile? E, se sì, a quale prezzo?

Continue reading “Il prezzo di vivere senza social”

Breaking Media: il giornalismo dopo i giornali

Il saggio breve “Salvare i media” di Julia Cagé (in foto) è un coraggioso tentativo di individuare un modello di business più equo per i giornali online: eppure, il futuro del giornalismo potrebbe essere slegato dalla sopravvivenza dei giornali così come li abbiamo conosciuti fino ad oggi.

  Continue reading “Breaking Media: il giornalismo dopo i giornali”

Bruno Zamborlin, Mogees: la tecnologia che fa nascere l’arte

Alla ricerca di un punto d’incontro tra arte, tecnologia e talento: intervista a Bruno Zamborlin founder di Mogees, la startup che trasforma il mondo in musica.

Continue reading “Bruno Zamborlin, Mogees: la tecnologia che fa nascere l’arte”

L’irrealtà aumentata di Pokemon Go

Dialogo a due voci con Ivan Ferrero, psicologo esperto di piattaforme digitali e cyberbullismo, sulle conseguenze del fenomeno planetario Pokemon Go: ovvero, quando la (realtà?) aumentata supera la fantasia.

Continue reading “L’irrealtà aumentata di Pokemon Go”

Wikipedia Zero sta violando la neutralità della Rete?

Tra i dibattiti che ho seguito durante il raduno mondiale di Wikipedia a Esino Lario mi ha interessato particolarmente quello dedicato al programma Wikipedia Zero e alle sue conseguenze per il principio di neutralità della Rete. Ne ho parlato con Lionel Scheepmans, antropologo, membro attivo del French Wikiversity Project e con Adele Vrana, Head of Strategic Partnerships della Wikimedia Foundation.

Continue reading “Wikipedia Zero sta violando la neutralità della Rete?”

Fintech: la nuova moneta è l’identità digitale

Appunti e riflessioni su “Identity is the new money” di David Birch. Già oggi l’identità digitale serve da moneta d’accesso per una varietà di servizi: sarà così anche per l’insieme delle nostre attività economiche, politiche e sociali?

Continue reading “Fintech: la nuova moneta è l’identità digitale”

Creato su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: